Vespe e calabroni

Wasps in comb on rustic wooden board

Vespe e calabroni

La paura di vespe e calabroni può essere una giusta salvaguardia perché non bisogna mai sottovalutare la pericolosità di un loro nido che può assumere dimensioni davvero rilevanti e con migliaia di esemplari all’interno. Anche l’operatore più qualificato usa sempre molta prudenza perché non si può mai sapere di quanti elementi è composta la colonia che può risultare mortale. Le stesse tute di protezione, sebbene in rari casi, sono risultate insufficienti. C’è anche da tenere conto che alcuni clienti scambiano le api per vespe e nessuno vuole dimenticare che le prime sono protette e vanno solo rialloggiate presso un apicoltore. La sicurezza è d’obbligo anche perché spesso i nidi sono sui tetti e veniamo quindi accompagnati da una piattaforma aerea con operatore, se non è presente una linea vita a norma. Non dimenticate che i responsabili principali dei lavori siete proprio voi padroni di casa. Resistete alla curiosità di controllare troppo da vicino le dimensioni di un eventuale nido, sia che si trovi dentro un cassonetto dell’avvolgibile di casa o in un anfratto in giardino, soprattutto nelle ore diurne. Se volete farvi un’idea delle dimensioni potreste osservare nelle prime ore del giorno il “traffico” in entrata e uscita dal nido, ovviamente alla debita distanza. Il resto lo faremmo noi con una tuta a tre strati  e altri strumenti opportuni.

Formiche

black ants isolated on a white background.

Formiche

Quando ritroviamo le formiche in casa spesso è già troppo tardi. Non si tratta di pochi esemplari, ma la loro “scia” chimica ha già attirato l’intera colonia. Non c’è problema ( si fa per dire! ) perché non è difficile individuare la provenienza delle nostre amate formiche, il nostro compito è quello di intervenire con dei prodotti specifici e soprattutto che rimangano fuori dalla portata dei nostri bambini e di eventuali animali domestici presenti in casa o all’esterno. Usare un prodotto è facile, farlo in sicurezza è un’altra cosa. L’intervento viene generalmente mirato a distruggere il formicaio, ma invitando dall’interno le decine di invasive ospiti a trasportare dei granulari nel cuore del loro habitat. Se poi si può bersagliare direttamente il formicaio meglio!! L’attento sopralluogo serve proprio a questo. Una cosa da sapere sui formicai è che non sono tutti uguali, ovvero ci possono essere colore dette monoginiche o volgarmente singole con limitate aree dove le formiche si foraggiano, ma ci sono anche colonie poliginiche dove dal nido principale si diramano diversi nidi satellite che occupano anche aree molto vaste in comunicazione continua tra loro e che ovviamente necessitano di interventi più forti e mirati. Un po’ dispiace dovere intervenire contro le formiche perché la loro struttura sociale è eccezionale e a volte faremmo bene a prenderla d’esempio e anche le loro caratteristiche morfologiche sono impressionanti perché sono in grado di sollevare pesi decine di volte più grandi di loro……e non solo! Leggete qualcosa su di loro…