Processionaria

processionaria PROCESSIONARIA

Volgarmente la processionaria è detta “gatta pelosa” in Toscana e quest’anno sembra che ce ne siano molte più degli altri anni. Nei mesi di Luglio e Agosto generalmente le falene escono da sottoterra e depongono le uova sui pini, ma anche sui larici,le querce e i cedri e dopo poche settimane si vedono le larve pelose che cominciano a divorare le foglie e gli aghi dei pini e a spostarsi da un ramo all’altro. Si costruiscono nidi provvisori fino a costruire un bozzolo sericeo per affrontare l’inverno. Purtroppo sappiamo che è molto urticante e può dare origine a gravi reazioni allergiche non solo nell’uomo , ma anche negli animali nei quali a volte fa gonfiare talmente la lingua da soffocarli.Questo può avvenire non solo per contatto diretto, ma anche per trasporto dei peli urticanti delle larve tramite il vento. Spesso capita che ci si accorga del problema in ritardo rispetto ai tempi classici in cui si dovrebbe intervenire, ma in ogni caso si può operare con un intervento che  uccide le larve tramite la deposizione con atomizzazione di un prodotto sui rami e sul trono che distrugge le larve man mano che si spostano sull’albero. L’intervento è d’obbligo perché se non si colpiscono le colonie si rischia di trovarsi negli anni successivi con vere e proprie invasioni che devono poi essere gestite con più di due o tre interventi.