Processionaria

processionaria PROCESSIONARIA

Volgarmente la processionaria è detta “gatta pelosa” in Toscana e quest’anno sembra che ce ne siano molte più degli altri anni. Nei mesi di Luglio e Agosto generalmente le falene escono da sottoterra e depongono le uova sui pini, ma anche sui larici,le querce e i cedri e dopo poche settimane si vedono le larve pelose che cominciano a divorare le foglie e gli aghi dei pini e a spostarsi da un ramo all’altro. Si costruiscono nidi provvisori fino a costruire un bozzolo sericeo per affrontare l’inverno. Purtroppo sappiamo che è molto urticante e può dare origine a gravi reazioni allergiche non solo nell’uomo , ma anche negli animali nei quali a volte fa gonfiare talmente la lingua da soffocarli.Questo può avvenire non solo per contatto diretto, ma anche per trasporto dei peli urticanti delle larve tramite il vento. Spesso capita che ci si accorga del problema in ritardo rispetto ai tempi classici in cui si dovrebbe intervenire, ma in ogni caso si può operare con un intervento che  uccide le larve tramite la deposizione con atomizzazione di un prodotto sui rami e sul trono che distrugge le larve man mano che si spostano sull’albero. L’intervento è d’obbligo perché se non si colpiscono le colonie si rischia di trovarsi negli anni successivi con vere e proprie invasioni che devono poi essere gestite con più di due o tre interventi.

Acari e allergie

Young Couple Blowing Their Nose While Lying In Bed At Home

Acari e allergie

Il mondo degli acari e delle allergie è veramente vasto e tutti ci conviviamo giornalmente, anche se alcuni hanno purtroppo dei seri problemi. Per chi è più sensibile proponiamo un servizio di disinfezione criogenica effettuata mediante azoto liquido a temperature inferiori a 100° sotto zero tramite cui si purificano tutte le superfici sensibili e a rischio, in particolare i tessuti di materassi,cuscini, divani,giochi per bambini. Il vantaggio di questo trattamento è dovuto al fatto che è poco invasivo e alla elevata efficacia che permette di intervenire anche in oggetti che generalmente gli allergici non possono riporre in congelatore per qualche ora per il congelamento e relativa morte degli acari e conseguente diminuzione delle allergie o meglio dei suoi effetti. Molto efficace anche una disinfezione tramite vapore secco ad alta temperatura che costituisce un altro metodo ECO e che garantisce diversi mesi di tranquillità e “respiro”. Non è necessario lasciare l’appartamento nemmeno durante la fase di lavorazione, se non nelle stanze direttamente interessate. Nessun residuo chimico abbinato anche a un risparmio economico perché, come conosce bene chi è allergico, il lavaggio e la pulizia con prodotti anallergici ha dei costi elevati. Spesso molti ritengono che la soluzione sia il ricorso continuo ai farmaci, dei quali in certi casi non si può fare a meno, ma non bisogna sottovalutare la possibilità di ridurre la popolazione degli acari che di conseguenza attaccherà i nostri centri sensibili con minore intensità consentendoci una migliore qualità della vita.Da non dimenticare l’azione di alcune muffe, in particolare sui muri, che a volte vengono sottovalutate, ma sono causa di fastidi respiratori e a volte anche di problemi più seri. L’equazione è: meno cause meno effetti…

Disinfestazione Serpenti

A speckled king snake isolated on a white background.

Disinfestazione Serpenti

Anche per i nostri amici striscianti e la disinfestazione serpenti e oggetti striscianti vari si può fare qualcosa. Oltre ad una rimozione prettamente fisica, per agevolare l’allontanamento, si può intervenire con l’applicazione di disabituanti o altre barriere che ne evitano almeno l’intrusione in casa. Non uccidiamoli per la paura perché ci rendono un servizio utile contro i roditori (ci fanno concorrenza) e sono animali affascinanti. Tra l’altro molti tra loro appartengono a specie protette. Sono solo attratti dal calore di alcune zone delle nostre case e da alcuni posti che ritengono sicuri. E’ sufficiente rendere loro sgradite le nostre abitazioni con dei segnali chimici che li scoraggeranno dal varcare le nostre soglie. Un’altra azione che vi aiutiamo a fare è un’ispezione accurata dei possibili posti da cui potrebbero introdursi in casa e che a volte sottovalutiamo. Capita spesso che il posizionamento di piccole reti o zanzariere ai piani bassi sia sufficiente alla risoluzione del problema.  Ricordiamo che non ci attaccheranno mai se non si sentono minacciati. Dobbiamo solo avere un po’ di pazienza. Anche altri animali come talpe, istrici e simili potrebbero gradire le nostre cantine o i nostri giardini. C’è una soluzione anche per loro per provvederne l’allontanamento e in caso di cattura un ricollocamento indolore e naturale il più possibile lontano dalla nostra abitazione.

 

Allontanamento piccioni

Kular

Allontanamento piccioni.

L’allontanamento piccioni e volatili forse rende una piazza meno  romantica, ma per le nostre abitazioni è l’esatto contrario perché sembra che questi uccelli si affezionino a certi ambienti e li bersaglino in maniera sistematica e insopportabile. Provvediamo un servizio di allontanamento di questi e altri volatili (perché i piccioni sono specie protetta) con mezzi vari e moderni, che diminuiscono l’impatto ambientale ed evitano danni anche alle strutture. Questo vuol dire uso di dissuasori composti da metalli ad alta resistenza all’attacco chimico-fisico che evitano la formazione di ruggini indesiderate e non danneggiano i supporti su cui vengono applicati. Esistono anche una serie di gel di nuova concezione che riescono a infastidire i volatili e allontanarli in modo naturale. Utilizziamo anche tecniche e strumenti innovativi come il “filo ballerino” o l’elettrificazione a basso voltaggio nei casi più difficili. L’intervento è urgente perché purtroppo ai piccioni e ai loro escrementi sono collegati diversi agenti patogeni e piccoli insetti infestanti che facilmente potrebbero trasferirsi nelle nostre abitazioni con grave danno della salute. Altro aspetto importante del lavoro è la sicurezza, ovvero lavorare con imbracature e linee vita (se presenti) altrimenti con l’ausilio di piattaforme aeree che garantiscano la sicurezza degli operatori e dei committenti che vi ricordiamo sono i primi responsabili dei cantieri.

Zecche e pulci

 

Zecca

ZECCHE E PULCI

Noi amiamo gli animali, ma non zecche e pulci soprattutto se vogliono diventare domestiche ! A volte i nostri amici introducono o portano addosso degli infestanti anche pericolosi. Le zecche si possono eliminare in diversi modi, ma è il contesto che ci farà decidere saggiamente dopo il sopralluogo. Purtroppo costituiscono un rischio sanitario elevato quindi il nostro intervento prevede oltre ad un accurato controllo anche una profonda disinfezione che segue strettamente l’uso dell’azoto liquido per intercettarle nei battiscopa e nei vari anfratti dove si vanno a nascondere. L’uso di prodotti che lasciano dei residui per loro appetibili e contemporaneamente mortali è d’obbligo perché questi prodotti riescono a mantenersi attivi per molto tempo e coprono quindi lo sviluppo nel quasi completo ciclo biologico e riproduttivo delle zecche.

Dog or cat flea under real magnifying glass over white

Per le pulci che generalmente depositano migliaia di uova nelle fughe dei nostri pavimenti o in posti vicini al battiscopa dove si annidano facilmente  si può usare , oltre all’azoto, anche vapore ad alta temperatura > 170°C (vapore secco) seguita da una fumigazione(ove indispensabile) degli ambienti. Come per le zecche e le cimici, si parla di lotta che vuol dire che un intervento potrebbe non bastare date le difficoltà oggettive e la forte resistenza di questi infestanti, ma non .

Cimici dei letti

Bed bug on wood

CIMICI DEI LETTI

Le cimici dei letti non rappresentano generalmente un rischio sanitario e lo diciamo come prima cosa per tranquillizzarvi in merito a questo eventuale problema. Cionondimeno succhiano il nostro sangue e causano delle forti eruzioni cutanee unite ad altri notevolissimi disagi e fastidi. La collaborazione è d’obbligo perché i nostri operatori, già al telefono, vi aiuteranno a precludere l’accesso ai luoghi dove generalmente risiedono durante le ore di luce in attesa della loro azione “vampirica”. L’analisi attenta, non solo delle camere da letto, porterà poi a scegliere la migliore metodica per la lotta a questi intrusi venuti spesso dai nostri bagagli dopo un viaggio passato per qualche aeroporto infestato…L’azione dell’azoto liquido che congela anche le uova rilasciate dalle cimici è ottimale, ma va anche accompagnata dall’applicazione di sostanze chimiche a basso impatto e climber-interceptors . Si possono usare infatti trappole ecologiche che non solo precipitano le cimici nel nostro simbolico buco nero, ma ci permettono di monitorarne la eventuale presenza. La lotta contro le cimici dei letti è una delle più difficili nel campo delle disinfestazioni, ma i mezzi di cui sopra uniti a piccole accortezze quotidiane riescono a farci uscire vittoriosi da questa guerra moderna riapparsa da alcuni anni anche in Italia e purtroppo anche in Toscana dove le zone frequentate da turisti da tutto il mondo risultano colpite sempre in maniera maggiore.

Vespe e calabroni

Wasps in comb on rustic wooden board

Vespe e calabroni

La paura di vespe e calabroni può essere una giusta salvaguardia perché non bisogna mai sottovalutare la pericolosità di un loro nido che può assumere dimensioni davvero rilevanti e con migliaia di esemplari all’interno. Anche l’operatore più qualificato usa sempre molta prudenza perché non si può mai sapere di quanti elementi è composta la colonia che può risultare mortale. Le stesse tute di protezione, sebbene in rari casi, sono risultate insufficienti. C’è anche da tenere conto che alcuni clienti scambiano le api per vespe e nessuno vuole dimenticare che le prime sono protette e vanno solo rialloggiate presso un apicoltore. La sicurezza è d’obbligo anche perché spesso i nidi sono sui tetti e veniamo quindi accompagnati da una piattaforma aerea con operatore, se non è presente una linea vita a norma. Non dimenticate che i responsabili principali dei lavori siete proprio voi padroni di casa. Resistete alla curiosità di controllare troppo da vicino le dimensioni di un eventuale nido, sia che si trovi dentro un cassonetto dell’avvolgibile di casa o in un anfratto in giardino, soprattutto nelle ore diurne. Se volete farvi un’idea delle dimensioni potreste osservare nelle prime ore del giorno il “traffico” in entrata e uscita dal nido, ovviamente alla debita distanza. Il resto lo faremmo noi con una tuta a tre strati  e altri strumenti opportuni.

Zanzare

Macro of mosquito (Culex pipiens) ready to sting isolated on black

Zanzare

Zzzzzzzzzz le zanzare !!!!!!! Quale suono più fastidioso può esistere la notte mentre cerchiamo di dormire, per non parlare delle dolorose punture. Le nostre case e i nostri giardini non sono tutti uguali, perché le zanzare hanno degli ambienti che ne favoriscono la proliferazione. Non si tratta solo di zone dove ristagna l’acqua e che sono delle nursery per le larve e dove è obbligo piazzare delle sostanze antilarvali, ma certi tipi di vegetazione abbinati alla vicinanza di scarichi semisommersi o condutture apparentemente asciutte ne moltiplicano facilmente la presenza. Attrezzature moderne a rilascio controllato ci permettono di operare con precisione e nebulizzare i prodotti con il massimo risultato mirato non solo a distruggere , ma anche a  prevenirne la crescita. Vogliamo mangiare in giardino con la famiglia o non avere il terrore di avere dimenticato una zanzariera aperta? Sicuramente!! Non vogliamo neanche dimenticare che le zanzare sono purtroppo vettori di diverse malattie che nel mondo ogni anno fanno milioni di morti e nelle nostre zone di Pisa, Livorno, Lucca e altre parti della Toscana sono causa di trasmissione di agenti patogeni a volte anche gravi. Vi aiuteremo a programmare degli interventi mirati con prodotti ad azione respingente e antilarvale per mandare a “nanna” prima dell’autunno le fastidiose vicine di casa.

Formiche

black ants isolated on a white background.

Formiche

Quando ritroviamo le formiche in casa spesso è già troppo tardi. Non si tratta di pochi esemplari, ma la loro “scia” chimica ha già attirato l’intera colonia. Non c’è problema ( si fa per dire! ) perché non è difficile individuare la provenienza delle nostre amate formiche, il nostro compito è quello di intervenire con dei prodotti specifici e soprattutto che rimangano fuori dalla portata dei nostri bambini e di eventuali animali domestici presenti in casa o all’esterno. Usare un prodotto è facile, farlo in sicurezza è un’altra cosa. L’intervento viene generalmente mirato a distruggere il formicaio, ma invitando dall’interno le decine di invasive ospiti a trasportare dei granulari nel cuore del loro habitat. Se poi si può bersagliare direttamente il formicaio meglio!! L’attento sopralluogo serve proprio a questo. Una cosa da sapere sui formicai è che non sono tutti uguali, ovvero ci possono essere colore dette monoginiche o volgarmente singole con limitate aree dove le formiche si foraggiano, ma ci sono anche colonie poliginiche dove dal nido principale si diramano diversi nidi satellite che occupano anche aree molto vaste in comunicazione continua tra loro e che ovviamente necessitano di interventi più forti e mirati. Un po’ dispiace dovere intervenire contro le formiche perché la loro struttura sociale è eccezionale e a volte faremmo bene a prenderla d’esempio e anche le loro caratteristiche morfologiche sono impressionanti perché sono in grado di sollevare pesi decine di volte più grandi di loro……e non solo! Leggete qualcosa su di loro…

Blatte o scarafaggi

Cockroach on white background

Blatte o scarafaggi

Il nostro intervento contro lo blatte o scarafaggi comincia già dal primo contatto per suggerirvi tutte le cautele necessarie che evitano ad un’eventuale infestazione di blatte di assumere dimensioni ancora maggiori. Generalmente le specie di blatte e scarafaggi che troviamo nelle nostre case si muovono al buio, ma potete ostacolare la loro diffusione con semplici azioni, come quella di non lasciare alcun residuo di cibo alla loro facile portata o lasciare qualche piccola luce accesa,ricordando che è solo un palliativo momentaneo. Un attento sopralluogo permetterà l’individuazione della provenienza degli “invasori” che spesso si ritrova fuori dalle nostre case e soprattutto un intervento teso a scongiurare i pericoli sanitari collegati alle feci rilasciate e al trasporto di patogeni dagli scarichi da cui spesso provengono le blatte. I prodotti di ultima generazione in gel faranno il resto colpendo al cuore le colonie, supportati da una disinfestazione delle tubature degli scarichi, ove necessario. Può essere interessante sapere che trascinano con sè delle ooteche, piccoli contenitori rigidi a forma regolare che contengono decine di uova e alcune specie le depositano e di conseguenza possiamo trovarle all’interno dei nostri mobili di cucina o in altri luoghi che le blatte ritengono sicuri. In un prossimo articolo pubblicheremo alcune foto per aiutarvi a riconoscere le ooteche e prevenire il moltiplicarsi di un’infestazione.