Confusione sessuale

Confusione sessuale

Confusione sessuale, ovvero disorientamento a 360°.

La confusione sessuale mira a colpire gli insetti in un momento ben specifico della loro vita e cruciale per la loro successiva e incontrollata proliferazione. Molti insetti quando sono fecondi devono accoppiarsi nel giro di 24-48 ore altrimenti la loro capacità riproduttiva diminuisce drasticamente fin quasi ad annullarsi. Questo significa che se si riescono a confondere i maschi in modo tale che non trovino più la direzione dei feromoni che rilasciano le femmine, si avrà un calo delle nascite e la quasi totale eliminazione degli infestanti proprio perché non riusciranno a individuare i luoghi dove le femmine li attendono e quei pochissimi accoppiamenti che ci saranno li dovremo al cieco caso.. Questo metodo della confusione sessuale è già stato applicato con successo e fa parte di quelle azioni preventive che possiamo usare in quei luoghi dove sappiamo già che una tignola o un altro infestante specifico arriverà puntualmente come ogni anno. E’ un sistema che possiamo definire ecologico al 100% e facilmente monitorabile con poche trappole aeree ai feromoni che ne hanno dimostrato l’efficacia riducendo le catture a meno di 50 esemplari in un anno solare. E’ sufficiente piazzare degli erogatori coadiuvati da piccole stazioni di monitoraggio. Incredibile per essere vero? Contattateci, vi forniremo i dettagli di vari interventi già effettuati con successo.

Pestproofing o prevenzione

Welcome door mat with open door

Pestproofing o prevenzione

Spendere prima per spendere meno

Il pestproofing o prevenzione nasce dal fatto che nessuno di noi aprirebbe la porta della propria azienda all’ingresso di infestanti nella propria parte di  filiera agroalimentare che significano non solo perdita economica, ma a volte perdita di credibilità e affidabilità con i clienti. Nessuno fa entrare un ladro e poi lo picchia per mandarlo via. Oggi si parla sempre più di pestproofing ovvero di quelle azioni correttive che permettono di evitare danni maggiori e che ci fanno anche risparmiare. Chiudere buchi e fessure, usare porte e finestre ben sigillate, piazzare lampade a UV in luoghi opportunamente studiati, piazzare trappole a confusione sessuale, pulire a fondo luoghi a rischio e tutta una serie di altre azioni effettuate per prevenire le infestazioni risultano procedure semplici e contemporaneamente molto efficaci, in una parola prevenzione. Psicologicamente molti si chiedono: “perché spendere se non ho un problema?” . Forse la domanda più corretta sarebbe: “come posso spendere meno ed evitare di ricorrere d’urgenza alla disinfestazione chimica se la posso evitare?”. Una corretta analisi dei luoghi di lavoro e dei rischi ad essi correlati permette di ottenere risultati eccellenti per utilizzare le energie per lo sviluppo del proprio lavoro e dei propri prodotti. Vi aiutiamo con consulenze specifiche ad ogni esigenza e vi forniamo i mezzi e le attrezzature per una lotta preventiva ed efficace contro lepidotteri, coleotteri. Leggete l’approfondimento sulla lotta agli insetti a rapido sviluppo con la lotta tramite la confusione sessuale.

Depositi e granai

 

Row of granaries for storing wheat and other cereal grains Depositi e granai sono solo alcuni dei molti luoghi e ambienti collegati alla produzione e stoccaggio degli alimenti con destinazione umana o animale. Oggi lo standard per la disinfestazione delle sostanze e dei prodotti della filiera agroalimentare si è spostato, come accade anche in altri ambiti, sul concetto di difesa integrata e non di corsa dell’ultimo minuto per risolvere un problema ormai cronico. Questo vuol dire che si possono e si devono adottare tutta una serie di accortezze per la prevenzione che ha portato gli operatori del settore a riconsiderare il mero uso della chimica per la difesa dei depositi, a vantaggio di precauzioni e tecniche che prevedono l’uso del calore e di altri strumenti o sostanze a basso impatto sia sugli alimenti che sull’ambiente. Programmiamo o vi aiutiamo a realizzare quei programmi che sono ormai entrati nello standard di molte aziende moderne per la difesa contro i principali infestanti sul nostro territorio, senza mai dimenticare i problemi di “importazione” ovvero quegli infestanti non autoctoni che oggi con il mercato libero stanno diventando sempre più comuni.