Perché ho i tarli proprio in casa mia?

IMG_2898

Tarli e capricorno del legno

Spesso l’equazione che si fa è:

Travi e travicelli o mobili antichi o vecchi=tarli.

Non sempre è così. Come vedete dall’immagine sopra, basta avere a 100m da casa un piccolo parco con quel livello di infestazione dai tarli e magari la mancanza di buone zanzariere che il danno è fatto. Certo ci sono delle differenze notevoli ad avere il tarlo comune o il capricorno del legno (dall’effetto più devastante), ma se si approfondisce la situazione si viene a contatto con parole come Scleroderma e fumigazione. Ci possono essere dei problemi anche su del legno appena comprato, ma non adeguatamente protetto o già infestato.

Ovvero la situazione non è così banale perché alcuni non sanno che si possono nella maggior parte dei casi evitare i veleni ricorrendo a tecniche ecologiche come le macchine a microonde e l’azoto liquido oltre che altre accortezze.

La disinfestazione da tarli difficilmente si può programmare per telefono. Un accurato sopralluogo e un’analisi del contesto sono assolutamente necessari per la programmazione di un intervento ben mirato teso anche ad escludere l’uso di prodotti “nocivi” ove è possibile.

Avete mai ricevuto delle punture dolorose con forti arrossamenti senza avere le zanzare?

Ne discutiamo nel prossimo articolo!